Sant'Avito, Vescovo di Vienne
5 febbraio

Martirologio Romano:
A Vienne, in Francia, sant'Avìto, vescovo, per la cui fede e operosità, al tempo del re Gundobaldo, le Gallie furono difese dall'infestazione dell’ eresia ariana.

Vienne, Francia, 450 - 5 febbraio 523

Avito fu arcivescovo di Vienne dal 494 circa al 5 febbraio 523. Apparteneva a un'importante famiglia gallo-romana imparentata con l'imperatore romano Avito e altri illustri personaggi e che si tramandava gli onori ecclesiastici (il padre Isichio era stato prima di lui vescovo di Vienne). In un periodo difficile per la Chiesa nella Gallia meridionale, Avito si impegnò alacremente e con successo nello sradicamento dell'arianesimo tra i burgundi. Riuscì a vincere le resistenze di re Gundobado e a convertire il figlio, re Sigismondo (516-523). Avito presiedette il Concilio di Epaon nel 517.

Fonte/autore:

Top