Gesù Lavoratore

Giorno liturgico
Notizie in breve
Notizie in breve

I Domenica di Avvento, in attesa di...

Gesù bambino

NOTIZIE IN BREVE - 27 Novembre 2022

Carissimi,
la proposta per l’Avvento e il Natale di quest’anno si pone in continuità con il cammino sinodale che ha visto e vede coinvolte le nostre comunità cristiane.
Per vivere nella fede questo tempo abbiamo scelto di mettere al centro un segno tipico, presente in tutti i presepi, perché essenziale: la MANGIATOIA.
Perché proprio questo segno? Perché nella notte unica e straordinaria di Betlemme ha accolto Gesù appena nato: sua madre Maria “diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia” (Lc 2,7).
Questo segno umile e povero, ma ricco di amore, accoglie Gesù̀, il Figlio di Dio; “gli fa spazio”; custodisce delicatamente la sua presenza; diventa la sua culla e lo presenta a chi, come i pastori e i Magi, in quella notte unica e straordinaria si muove per incontrarlo, adorarlo e portargli doni.
Anche noi desideriamo che il nostro sguardo sia attirato da Gesù̀, perché Lui il solo che può dare senso alle giornate, alle relazioni, alle gioie e alle fatiche di ciascuno.
E a partire dalla mangiatoia vogliamo impegnarci a incontrare, nelle nostre comunità̀ parrocchiali, Dio fonte di vita nuova valorizzando l’ascolto del Vangelo; mettendoci in gioco con gesti concreti di fraternità verso il prossimo; partecipando con gioia all’Eucaristia domenicale; ritagliandoci momenti di preghiera per illuminare le nostre giornate; vivendo qualche azione di condivisione di ciò che possediamo per far felice chi è nel bisogno.
La mangiatoia ha fatto spazio a Gesù̀. Tu sei disposto a fare altrettanto?