Storia della Parrocchia

Nei primi anni '50 don Armando Berna vede concretizzare il suo progetto coltivato sin dal suo ingresso come curato nella zona di Ca'Emiliani nel lontano 1937.

Molte volte si commenta negativamente questa fabbrica, considerata di dimensioni esagerate, ma se si risale agli anni '50, quando fu iniziata la costruzione, si riscontra che:
Il territorio della Parrocchia comprendeva anche quello sul quale attualmente si estende la Parrocchia di S.Pio X.
La popolazione era di circa 7.500 abitanti e contrariamente alle previsioni, col tempo gli abitanti diminuiscono di numero tanto che nel 1975 sono circa 5.000, nel 1985 sono circa 3.500, nel 1992 sono 2.450 e nel 1995 sono 2.300.

Progettato da Angelo Scattolin, l'edificio in mattoni a vista si presenta a pianta a croce greca con cappelle absidate e pronao d'accesso a tutt'altezza.
L'impegno si conclude il 1° maggio 1954 alla presenza del Card. Angelo Roncalli, Patriarca di Venezia e futuro Papa Giovanni XXIII, che apre la chiesa al culto con una solenne benedizione, davanti alla gran moltitudine di persone accorse per festeggiare l'avvenimento.
E' la prima chiesa dedicata in Italia a Gesù Lavoratore.

Don Berna e autorità in visita ai lavori della Chiesa.

Data non definita.
Archivio Parrocchia Cristo Lavoratore - Comune di Venezia/Municipalità di Marghera

Don Berna e autorità locali in visita ai lavori della Chiesa.

Data non definita.
Archivio Parrocchia Cristo Lavoratore - Comune di Venezia/Municipalità di Marghera

Veduta di parte della Chiesa in fase di costruzione

Data non definita.
Archivio Parrocchia Cristo Lavoratore - Comune di Venezia/Municipalità di Marghera

Cartolina raffigurante la cerimonia d'inaugurazione della Chiesa del Gesù Lavoratore 1 maggio 1954 decennale 1 maggio 1963 con la benedizione di Papa Giovanni XXIII

Archivio Parrocchia Cristo Lavoratore - Comune di Venezia/Municipalità di Marghera

Top