Settimanale parrocchiale
La parrocchia: una vera famiglia
Le prime comunioni e il pranzo comunitario

Domenica prossima, 1 maggio, vivremo una domenica particolarmente intensa e gioiosa: durante la messa delle 10.30, infatti, alcuni nostri amici più piccoli vivranno il momento importante della loro prima comunione. Parteciperanno così alla celebrazione dell'Eucaristia in modo più pieno, nutrendosi del Corpo e Sangue di Gesù, e ci ricorderanno - ma lo fanno già da adesso - della centralità che questo momento riveste nella vita di noi cristiani.
Una domenica senza Eucaristia è una domenica povera, vuota, in cui non si riesce né a dire grazie perle cose grandi e belle che Dio compie ogni giorno né a vivere con serenità le croci che dobbiamo portare perché ci si sente soli. La Messa non è un optional per noi cristiani, ma è il fondamento della nostra vita, è l'ossigeno che respiriamo per rimanere in vita, è il nutrimento che ci aiuta a dare senso a tutto ciò che viviamo. Noi, che siamo adulti, dobbiamo testimoniare al meglio questa grande verità. Per far questo non possiamo (e non dobbiamo) essere sbadati. Dobbiamo lottare con tutte le nostre forze per coinvolgere altri fratelli e sorelle che magari hanno "raffreddato" la loro fede a riprenderla con slancio, passione e desiderio cercando - noi per primi - di essere fedeli all'appuntamento domenicale, perché da li impariamo anche lo stile della nostra vita fatto di condivisione, accoglienza e di sostegno soprattutto nei confronti di chi è più debole. Preghiamo allora per i nostri amici, per le loro famiglie perché domenica prossima sappiano accogliere con gioia e gratitudine questo grande dono.
Ma domenica prossima, terminata la messa, ci sarà anche il pranzo comunitario: non avendo fatto la tradizionale "Festa del 1 Maggio" quest'anno abbiamo cambiato un po' i progetti e fatto qualcosa che ci aiuti a stare assieme in modo più semplice perché abbiamo una grave e grande incombenza da esaudire che è quella di sentirci sempre più una famiglia unita nei momenti gioiosi e in quelli più faticosi. Il pranzo e il pomeriggio, durante il quale vivremo dei momenti di condivisione, ci daranno l'occasione per passare un po' di tempo assieme in armonia, divertimento e spensieratezza.
Voglio ringraziare fin d'ora tutte le persone che contribuiranno alla buona riuscita di tutta la giornata.

don Luca