Settimanale parrocchiale
Centro aiuti per l'Etiopia
Una testimonianza, un'opportunità

Il Centro Aiuti per l'Etiopia è un'associazione ONLUS a carattere strettamente assistenziale che non persegue fini di lucro. Il nostro scopo è quello di promuovere iniziative che hanno per obiettivo l'educazione, l'istruzione, l'assistenza sociale e sanitaria a favore delle popolazioni di ETIOPIA ed ERITREA.
La nostra associazione opera in modo attivo e volontario al fine di promuovere la cultura della solidarietà a favore di migliaia di bambini che chiedono di poter diventare titolari a tutti gli effetti di un diritto primordiale: quello di poter sopravvivere. Vivere, infatti, nella complessa e tormentata regione etiope, suona ancora come un privilegio accordato a pochi. 
Esposta a carestie ed epidemie ricorrenti, la popolazione etiope vive per di più sulla propria pelle la terribile contraddizione di una crescita demografica fra le più vistose di tutto il continente africano e di una mortalità, specie infantile, fra le più drammatiche, tristemente agevolata dalla assoluta mancanza di prospettive alimentari certe e strutture sanitarie adeguate.
Il fine ultimo e fondamentale della nostra associazione è quello di tradurre la solidarietà delle persone in interventi concreti, verificabili e soprattutto direttamente funzionali alle esigenze primarie della gente etiope. 
Forte di questo “credo” da molti anni continuiamo la nostra opera attraverso l'incontro, l'accoglienza e l'assistenza dei più deboli, dei poveri e soprattutto dei bambini. Vogliamo considerare ogni uomo davvero nostro fratello e cioè con le nostre stesse opportunità e i nostri diritti. 
In questi anni grazie alla generosità di molti sono stati assistiti un numero sempre crescente di bambini in più di 80 villaggi dell'Etiopia, Eritrea e Sudan. Sono stati scavati pozzi, costruite cucine, refettori, asili, aule scolastiche, ambulatori, centri di prima accoglienza e laboratori di cucito e di falegnameria; numerose persone sono state curate e/o operate in Etiopia o in Italia; è stata edificata ed avviata una casa di cura per donne ammalate di AIDS; sono stati inviati container con medicinali, alimentari e beni di prima necessità; sono stati ricostruiti numerosi tukul (tipiche capanne africane) nei villaggi e acquistate apparecchiature e protesi ortopediche.
Oggi sono centinaia i volontari che, sparsi su tutto il territorio italiano, a vario titolo e con disparate modalità di impegno, mantengono viva ogni iniziativa senza alcun compenso o rimborso spese. Per questo, ogni offerta, dalla più piccola alla più generosa, COME QUELLA DELL'ADOZIONE A DISTANZA, viene interamente destinata alla realizzazione delle nuove opere in progetto o al mantenimento delle iniziative in corso.
Le attività di sostegno ed assistenza nei villaggi vengono svolte in collaborazione con il Vescovo della Diocesi di Emdibir e con l'Ordine dei Frati Minori Cappuccini, con i quali è stato stipulato un concordato, a maggiore garanzia del perfetto svolgimento delle iniziative intraprese.

don Luca