Settimanale parrocchiale
Il primo volo della befana
Un inizio di festa da riproporre

La sera del 5 gennaio via don Orione si è tinta dei sapori di un paese in festa: il falò pronto per essere acceso; i gazebi con dolci ,vin brûlé e cioccolata calda; le tante persone venute per tradizione e quest'anno per curiosità.
L'attesa si è conclusa quando, dopo la messa dell'Epifania cantata dal nostro bel coro, è stato benedetto il falò e, letto il tradizionale “testamento della vecchia” dall'alto della nostra torre, la Befana è volata per la prima volta sopra le teste delle tante persone presenti ed ha acceso il grande pan e vin che - seppur con un po' di fatica - ha iniziato a bruciare.
È stato uno spettacolo molto suggestivo e bello!
La vera bellezza, però, è che noi con poche e semplici cose siamo riusciti a creare un momento di festa bello e importante per il nostro quartiere.
È vero che molte persone hanno lavorato duro durante tutta la giornata per riuscire a fare tutto in sicurezza: tirare il cavo fino a sopra la chiesa, ancorarlo saldamente, mettere tutto in sicurezza, organizzare la discesa della Befana... tanto da fare, ma altrettanta passione nel farlo!
Un ringraziamento agli “Sgrafa masegni” per la novità che ci hanno fatto gustare quest'anno, a chi ha preparato la cioccolata calda e il vin brûlé, a chi ha offerto i dolci e a tutte le persone che sono venute.
Speriamo di poter ripetere anche il prossimo anno questa bella esperienza che insegna a tutti noi che dietro la fatica di pensare e di agire c'è anche la soddisfazione personale e quella di tutta la comunità.

don Luca