Settimanale parrocchiale
Le Prime Comunioni
È festa per otto famiglie della nostra comunità

E così, dopo un lungo percorso, siamo arrivati anche quest'anno alla data bella ed attesa delle Prime Comunioni. Otto sono i nostri amici che per la prima volta riceveranno Gesù.
Fare la comunione non è “assumere la particola consacrata” ma deve essere vivere la comunione, diventare proprio come quel pane che, solo se viene spezzato, può sfamare ogni uomo. La nostra vita deve diventare pane spezzato, sostegno dei deboli, aiuto fraterno. La nostra vita deve parlare di eucaristia: deve dire la bellezza dell'incontro con Gesù che gratuitamente si da a noi, per il nostro bene.
Quanto l'eucaristia è presente nella mia vita? Quanto ci teniamo all'appuntamento settimanale con la messa alla domenica? Abbiamo mai pensato che forse anche durante la settimana qualche sera potremmo andare a messa?
Rimango convinto che nessuno può dare quello che non ha, e per un cristiano dare testimonianza della propria fede vuol dire incontrare e conoscere Gesù: ma noi lo vogliamo veramente? Quanto tempo dedico alla preghiera nella mia giornata?
Interroghiamoci seriamente su questo e lasciamoci guidare dalla mano provvida e paterna di Dio, vincendo anche qualche forma di pigrizia o qualche durezza. Lasciamoci incontrare da Dio e impariamo anche noi, coma hanno fatto gli apostoli, l'arte bella e liberante della preghiera.
Ecco allora i nomi dei nostri amici e il saluto delle catechiste.
Mi raccomando, pregare molto per loro!

don Luca