San Lucio I, papa
5 marzo

Martirologio Romano:
A Roma, lungo la via Appia, nelle catacombe di san Callisto, la deposizione di san Lucio, papa, il quale, successore nella sede apostolica di san Cornelio, per la fede in Cristo fu esiliato. Confessore della fede, si comportò con prudenza e moderazione nelle difficoltà che dovette affrontare.

m. 254

Assurse al soglio pontificale il 25 giugno del 253, pochi giorni dopo la morte del suo predecessore Cornelio.
Non è dato sapere come ma nonostante il suo brevissimo pontificato riuscì ad emanare il decreto per il quale: "... ogni presbitero doveva essere accompagnato da due preti e tre diaconi... a testimonianza del comportamento di tutti".
Il suo papato, dopo la morte dell'imperatore Treboniano Gallo e l'evento di Valeriano, fu da considerarsi abbastanza tranquillo sul fronte delle persecuzioni.
Dopo un breve esilio a Lucio fu concesso di ritornare a Roma. Morì di morte naturale e fu sepolto nella cripta di san Callisto o forse di santa Cecilia.Dapprima dichiarato santo per il suo martirio, Lucio fu successivamente cancellato dal Calendario Universale della Chiesa.

Fonte/autore: Franco Prevato

Top