Santi Fozio, Archelao, Quirino e diciassette compagni, martiri
4 marzo

Martirologio Romano:
A Nicomedia, in Bitinia, si ricordano i santi Fòzio, Archelao, Quirino e altri diciassette, martiri.

Nel Breviario Siriaco del 411-412 è chiaramente ricordato al 4 marzo il martirio di Archelao, Cirillo e Fozio con sedici compagni, a Nicomedia. Nei diversi martirologi, il numero dei compagni varia da sedici, diciassette a 142 o 150, 152. Il genere di martirio subito da più fonti è indicato nella decapitazione, mentre l'epoca è sco­nosciuta.
Nella chiesa di S. Stefano a Bologna, a detta di Massimo, sono le reliquie di un Archelao e un Cirillo ; tuttavia è impossibile identificare questi con i martiri di Ni­comedia. La festa è celebrata in prevalenza il 4 marzo, anche se i martiri si trovano ricordati sin­golarmente o tutti insieme anche il 3, il 5 e il 20 marzo. Da ultimo segnaliamo che nel lezionario di Parigi del Calendario palestino-georgiano, al 9 febb. è citato « Archelai martyris », e Goussen ha pensato di poter identificare questo martire con Archelao. Ma nel ms. georgiano si legge arke(l) martwli; e poiché arke(l) sarebbe una forma inusitata per arkelaor e, d'altra parte, non esiste alcun Archelao ricor­dato il 9 febb., bisogna concludere che arke(l) martwli è una corruzione di arkimandriti, cioè « archimandrita », riferito all'egumeno Teodoro che nel calendario precede immediatamente que­sta citazione.

Fonte/autore: Gian Domenico Gordini

Top