San Leone di Bayonne, vescovo e martire
1 marzo

Martirologio Romano:
In Vasconia, in Spagna, san Leone, vescovo e martire.

Carentan, Manica, 856 ca. - 890 ca.

Secondo Vitae tardive del secolo XIV o XV Leone (lat. Leo; fr. Léon) nacque probabilmente a Carentan (Manica) verso l'856.
Suo padre lo condusse in giovane età alla corte del re Luigi il Germanico, ma le sue disposizioni e i suoi gusti lo costrinsero ad allontanarsene. Studiò a Parigi e divenne chierico; durante un pellegrinaggio a Roma, verso l'887, il papa lo nominò arcivescovo di Rouen.
Stava recandosi in Spagna per predicarvi la fede, quando, giunto a Bayonne, dove regnava il paganesimo, decise di fermarvisi e farsi annunziatore dell'Evangelo. Convertì gran numero di idolatri, perfino tra i sacerdoti di Marte. Proseguì poi la sua opera missionaria in Navarra e in Biscaglia; ma i pirati, inferociti dal suo successo, lo uccisero.
Alcuni autori gli attribuiscono la fondazione della sede di Bayonne.
Gli anacronismi e le inverosimiglianza di questo racconto sono tali che è assai difficile discernere in esso gli elementi storici.
La festa di Leone è iscritta al primo marzo.

Fonte/autore: Paul Viard

Top