San Suitberto di Kaiserswerth, vescovo
1 marzo

Martirologio Romano:
In Germania, san Suitberto, vescovo, il quale, compagno di san Willibrordo e ordinato vescovo da san Wilfrido, predicò il Vangelo ai Frisoni, ai Batavari e ad altri popoli della Germania. Morì nel cenobio da lui fondato.

647 c. - Dusseldorf, Germania, 1 marzo 713

S. Willibrord vescovo missionario, aveva con sé, compagni nell’apostolato, dodici monaci fra cui Suitberto, monaco della Northumbria, essi nel 690 andarono in Frisia (fra Germania e Olanda) e lì si divisero fra le varie zone.
Suitberto predicò con successo nel Brabante, Gelderland e Kleve; nel 693 fu inviato in Inghilterra per ricevere la consacrazione vescovile dalle mani di s. Vilfrido nella Mercia.
Lasciò ben presto la Frisia per diventare “l’apostolo dei Brukterer” nella Vestfalia del Sud; ma poi questa regione venne invasa dai pagani sassoni e Suitberto si ritirò nel territorio dei Franchi.
Il re Pipino e sua moglie Plectudre gli donarono l’isola di Kaiserswerth vicino Dusseldorf ove fondò un monastero, morendovi il 1° marzo 713.
Le sue reliquie nel 1626 furono trovate in un reliquiario d’argento a Kaiserswerth dove sono tuttora venerate.
Il suo nome è ricordato nel Calendario di Willibrord.

Fonte/autore: Antonio Borrelli

Top