San Marino (Mario), Abate
27 gennaio

Martirologio Romano:
Nel monastero di Bodon, in Francia, san Mario, abate.

Orléans, V secolo - Sisteron, 555

San Marino di Bodon nacque ad Orléans in Francia alla fine del V secolo.
Marino fondò, verso l'anno 506, il monastero di Bodon divenendone il primo abate. Colpito da una forte malattia, intraprese un pellegrinaggio alle reliquie del martire saint Denis, nei pressi di Parigi, per invocare il dono della guarigione. Prima di giungere al santuario, Marino ebbe un sogno in sui il santo martire gli dichiarava di essergli venuto in aiuto. effettivamente, al risveglio, Marino si ritrovò prodigiosamente curato dalla sua malattia. Asceta austero e poverissimo, seppe dimostrarsi anche pastore zelante e caritatevole, sempre disposto ad ascoltare chi gli chiedeva consiglio. Durante la Quaresima aveva l'abitudine di allontanarsi dal suo monastero per vivere da eremita nella foresta. La tradizione racconta che egli, solito a ricevere visioni profetiche, previde che i barbari avrebbero devastato il suo monastero e sarebbero scesi fino all'Italia.
Morì il 27 gennaio 555 nel monastero di La-Val-Benois, nei pressi di Sisteron.
La vita di san Marino fu scritta dal suo discepolo Lucrezio, futuro vescovo di Die. Quando il monastero fu distrutto, le sue reliquie furono traslate a Forcalquier, prima nella chiesa di Saint-Mari e, successivamente, nella cattedrale di Notre-Dame-du-Bourguet.
Il villaggio di Saint-May, presso Rémuzat, conserva il nome e il culto di san Marino. Attualmente, nei pressi dei ruderi dell'antico monastero, vi è una cappella che ricorda il passaggio del santo.
E' conosciuto anche come Mario, o Mauro, o May, o Mary, a seconda delle traduzioni e delle abbreviazioni toponomastiche.

Fonte/autore: Ruggiero Lattanzio

Top