San Telesforo, Papa e martire
2 gennaio

Martirologio Romano:
A Roma, la sepoltura di san Telesforo, papa, il quale, settimo vescovo di Roma, passò per un glorioso martirio.

m. 136

Di origine greca o nativo della Magna Grecia; Ottavo papa, succedette a Sisto I nella sede di Roma e governò 11 anni, 3 mesi e 22 giorni, dal 125 al 136 d.C.

Non si conosce assolutamente nulla del suo pontificato, tuttavia le poche notizie, senza fondamento storico, ci vengono tramandate dal Liber Pontificalis vol. I, 129 secondo cui Telesforo istituì il digiuno quaresimale e l'introduzione delle tre Messe notturne di Natale con il canto del "Gloria in excelsis Deo".

Nel dare la serie dei primi papi, s. Ireneo asserisce nella sua nota opera Adversus haereses che Telesforo subì un "glorioso martirio", affermazione ripetuta e confermata da Eusebio nella sua Historia ecclesiastica V, 6,4.

Morto a Roma, fu sepolto presso la tomba di s. Pietro in Vaticano.

Il Martirologio Romano e il Messale lo commemorano il 2 gennaio.

Una sua immagine si trova nella Cappella Sistina in Vaticano, dipinta nella cosiddetta Cerchia di Sandro Filipepi detto Botticelli.

Fonte/autore: Antonio Borrelli

Top