Beato Emilio Szramek, Sacerdote e martire
13 gennaio

Martirologio Romano:
Nel campo di concentramento di Dachau, vicino a Monaco di Baviera, il beato Emilio Szramek, sacerdote e martire, il quale, polacco di nascita, durante la II Guerra Mondiale fu deportato in questo campo disumano, per aver difeso la dottrina cristiana davanti ai persecutori ; morì sotto le torture.

Emil Szramek nacque a Tworkov, nei pressi di Slaskie in Polonia, il 29 settembre 1887. Ordinato sacerdote per l'arcidiocesi di Katowice, fu poi parroco in tale città. Per aver difeso la dottrina cristiana dinnanzi agli invasori nazisti, fu da questi arrestato l'8 aprile 1940 e deportato nel disumano campo di concentramento di Dachau, in Baviera. Qui morì per le torture subite il 13 gennaio 1942.
Papa Giovanni Paolo II il 13 giugno 1999 elevò agli onori degli altari ben 108 vittime della medesima persecuzione nazista, tra i quali il Beato Emilio Szramek, che viene dunque ora festeggiato nell'anniversario del martirio.

Fonte/autore:

Top